Piante aromatiche in casa: ecco le erbe indispensabili in cucina da coltivare in vaso

Le erbe aromatiche si possono coltivare in vaso? In questo articolo puoi scoprire come curare le piante aromatiche in casa e le erbe aromatiche che si possono coltivare in vaso sul balcone o terrazzo tutto l'anno.

0
334
Piante aromatiche in casa: erbe indispensabili in cucina da coltivare in vaso sul balcone o terrazzo. Scopri come coltivare le erbe aromatiche in casa, come organizzare l'angolo green, quali piante aromatiche coltivare in vaso e consigli sul loro utilizzo in cucina o per preparare tisane e rimedi naturali.

Le piante aromatiche che teniamo in cucina sono utilizzate sia per la preparazione dei cosiddetti “rimedi della nonna” (quindi in caso di raffreddore, sintomi influenzali e non solo) che come insaporitori per primi, contorni e secondi piatti.

Tuttavia vi sono piante aromatiche indispensabili in cucina, le quali si possono coltivare anche in vaso. Si rivelano dunque fondamentali dato che si utilizzano su carne, pesce e verdure. Non dimenticatevi inoltre i cari infusi e tisane realizzati appositamente per combattere la stitichezza, depurare il corpo, aumentare le risposte del nostro sistema immunitario etc.

Insomma le piante aromatiche trovano utilizzo in vari settori e ognuno di questi può servirci quotidianamente. Adesso ecco alcune erbe aromatiche da avere assolutamente in cucina.

Piante aromatiche in vaso: quali non possono mancare in cucina?

1. Origano

Piante aromatiche in casa da coltivare in vaso sul terrazzo e balcone: Origano

L’origano è una spezia facile da coltivare e molto versatile in cucina. Infatti potete realizzare i crakers all’olio di oliva e origano, oppure gli spaghetti crudo, pomodoro e origano e molte altre ricette. Questa pianta aromatica (conosciuta in tutto il mondo) è un potente antiossidante e immunostimolante, quindi ora che siamo nel periodo invernale ci rende più forti verso virus e batteri. Ricco di minerali e vitamine è un ricostituente per il corpo e la mente.

Coltivare l’origano in vaso

L’origano non ha bisogno di un terreno particolare per la sua coltivazione. Anche le attenzioni verso questa pianta non sono affatto eccessive. Quindi chi di voi non ha il pollice verde può tranquillamente provare a coltivarlo in vaso. Le temperature miti sono ideali per la crescita dell’origano, inoltre ricordiamo che la pianta richiede molto sole. Attenzione è debole ai ristagni d’acqua.

Il materiale che vi serve è questo: 1 sacchetto di terriccio (va benissimo quello universale), 1 busta di semi e naturalmente un vaso di terracotta (suggeriamo quello da 50 cm).

2. Salvia

Piante aromatiche da coltivare in vaso sul balcone o terrazzo: Salvia

Mai provato gli gnocchi burro e salvia? Oppure la salvia fritta? Le ricette a base di questa erba sono le più varie, inoltre vi ricordiamo che è terapeutica, profumata e utilissima per la nostra salute. Facendo riferimento alla salvia officinalis, è una pianta diuretica e antinfiammatoria. Infatti la tisana a base di foglie di salvia è impiegata per molti scopi. Ricordiamo che è anche un potente antisettico.

Coltivare la salvia in vaso

La salvia (proprio come l’origano) è debole ai ristagni idrici, quindi serve attenzione per annaffiarla. Se il terreno risulta ancora umido è meglio aspettare. Tenete presente che predilige luoghi luminosi e il sole diretto. Per quanto riguarda il clima la salvia cresce bene quando fa caldo e le temperature sono secche. La semina viene consigliata tra ottobre e novembre.

3. Rosmarino

Le più importanti piante aromatiche da coltivare in vaso: Rosmarino

Il rosmarino è difficile da non avere in casa, visto che ricopre un ruolo fondamentale in cucina e non. Per esempio una pianta antiossidante, la quale stimola la digestione come fa a non essere presente nella vostra dispensa? Se inoltre considerate che è antica e rinomata a maggior ragione deve far parte dei nostri insaporitori nonché rimedi naturali. La pianta del Rosmarinus Officinalis combatte i radicali liberi, riduce il colesterolo cattivo nel sangue, regola la pressione, si rivela utile contro i dolori mestruali etc. L’infuso per esempio è una marcia in più contro spossatezza e non solo.

Coltivare il rosmarino in vaso

In molti che non hanno dimestichezza con le piante cominciano sempre da qualcosa di molto semplice come appunto la coltivazione del rosmarino. Facile e forte come adattamento, supporta diverse temperature. Inoltre il terriccio per la coltivazione in vaso non deve essere di prima qualità. Anche per le attenzioni possiamo dire che chiunque può coltivare la pianta qui presente.

Il materiale necessario prevede: semi di rosmarino, un vaso di circa 30 cm e della pellicola trasparente. I semi gli dovete interrare nel vaso. Anche un centimetro è sufficiente. Fatto questo annaffiate un pochino e successivamente utilizzate la pellicola per sigillare il tutto, così che il calore rimanga. Ricordatevi di bucare 2 o 3 volte la pellicola, serve per evitare la cosiddetta condensa. Fate passare 48 ore, annaffiate ancora una volta e ripetete il procedimento.

4. Prezzemolo

Piante aromatiche in vaso - Prezzemolo

Il prezzemolo è un altro asso nella manica che non manca mai in cucina. È infatti una delle piante più apprezzate e allo stesso tempo suggerite nel campo alimentare. Recentemente sono emersi ulteriori studi che confermano quanto sia salutare la pianta del prezzemolo. Da essa si ricava anche l’oleolito di prezzemolo, un alleato tuttofare per l’organismo. La composizione chimica ci indica un’alta concentrazione di sali minerali e vitamine. Menzioniamo che è un antibatterico, depurativo e antinfiammatorio conosciutissimo.

Coltivare il prezzemolo in vaso

La piantina del prezzemolo è conosciuta da tempi remoti e allo stesso tempo e un’erba degna di nota. Basta pensare che già gli antichi Greci la impiegavano anche per scopi attinenti alla salute e il benessere del corpo umano. La semina può avvenire sempre. È una pianta biennale quando viene coltivata dall’uomo. Per la coltivazione in vaso ricordiamo che necessita di un vaso profondo, questo perché le radici crescono molto e raggiungono notevoli misure di profondità. I climi temperati sono ottimi per questa specie botanica che ricordiamo è il Petroselinum sativum.

5. Timo

Piante aromatiche in casa: Timo

Il timo è un insaporitore eccellente, infatti sposa con innumerevoli alimenti. Dispone inoltre di una notevole storia alle spalle, visto che nell’antico Egitto era una pianta conosciuta anche se non per gli stessi scopi che ne possiamo fare noi. Infatti trovava uso nei processi di mummificazione. Oggi possiamo dire che il timo si prende cura dell’apparato urinario e di quello respiratorio. Rinomato anche per fornire aiuto all’intestino, questo secondo gli esperti.

Coltivare il timo in vaso

Il timo non richiede un terreno con troppe cure, quindi potete selezionarlo di qualità come non. Ovviamente a discrezione vostra visto che la piantina sarà per uso domestico. Il vaso dove crescerà la piantina non deve essere troppo profondo, sarebbe inutile come acquisto. Il timo si espande non in altezza ma ben si in larghezza! Quindi fate voi due conti.

Predilige la luce, quindi non deve essere posizionata in luoghi ombrosi o illuminati per poco tempo durante la giornata. Anche in questo caso si consiglia di interrare i semi, procedere all’annaffiatura e infine sigilare il vaso con la pellicola avendo cura di bucarla per non creare la condesa.

6. Maggiorana

Maggiorana: pianta aromatica da coltivare in vaso sul balcone o terrazzo.

La pianta della maggiorana, Origanum majorana, prende le sue origini dall’Africa e l’Asia.

Può ricordare facilmente la pianta dell’origano. Tuttavia è una pianta totalmente diversa in cucina. Nelle zuppe, come nei piatti di carne o pesce riscatta molti sapori. Ricette a base di uova per esempio si rivelano uniche. Ricordiamo comunque che in Europa non è una pianta che cresce spontanea. A livello di benifici è un’alleata contro tosse, mal di testa, stress e altro ancora.

Coltivare la maggiorana in vaso

La potete coltivare senza troppe preocupazioni, infatti il terriccio povero è sufficiente per la sua crescita. Necessita di molte annaffiature anche se vuole poca acqua. L’inverno fa cadere le foglie della pianta, la maggiorana infatti non ama le temperature basse.

Volevamo infine ricordare che le piante da usare in cucina sono moltissime, come l’erba cipollina che appunto oltre a essere un insaporitore è anche un alimento antisettico, depurativo e ricco di vitamine. Oppure il finocchietto ricco di sali minerali e altre sostanze utili per la salute di corpo e mente. Impiegato inoltre in varie ricette in cucina.

Coltivare piante in vaso permette di conoscere i propri ingredienti insaporitori e allo stesso tempo di evitare l’acquisto nei supermercati o negozi vari. Così da avere in casa solamente piante benefiche e dall’alto potere nutritivo.

7. Basilico

Piante aromatiche da avere sempre in cucina che si possono coltivare in vaso: Basilico

Il basilico, l’ocimum basilicum in botanica, è una delle piante erbacee annuale più utilizzate nelle cucine italiane. Ciò che molti non sanno però è che è originario dell’India, nonostante viene considerato tipico della cucina mediterranea. Il profumo delle sue foglie riesce a dare un tocco unico a tutti i nostri piatti!

Coltivare il basilico in vaso

Il basilico è molto facile da coltivare. Prendiamo il contenitore e mettiamoci dentro il terriccio. Sulla superficie mettiamo i semi e copriamoli con uno strato sottile di terreno. Inumidiamo la terra con uno spruzzino. Ricopriamo tutto con il cellofan fissandolo con un elastico e posizioniamo il vaso in un luogo luminoso ma allo stesso tempo in ombra. Ogni giorno eliminiamo la condensa dal cellofan e inumidiamo la terra per poi coprirlo di nuovo con il cellofan. Quando avviene la germinazione, togliamo il cellofan e dopo una ventina di giorni le piante hanno raggiunto i 10 centimetri e dobbiamo fare il rinvaso e poi annaffiare bene la pianta. I vasi devono restare al sole e il terriccio deve essere umido.

8. Alloro

Piante aromatiche utili in cucina da coltivare in vaso: Alloro

L’alloro, il laurus nobilis, è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia Lauraceae. E’ diffuso lungo le cose del Mar Mediterraneo. Dalla Grecia alla Spagna. L’Alloro si trova anche in Asia Minore. E’ una delle spezie più usate nella cucina siciliana. Ormai è entrato a far parte completamente della lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani.

Coltivare l’alloro in vaso

L’alloro può essere coltivato in vaso o in giardino. Quest’ultima soluzione è in realtà la migliore perché questo tipo di pianta diventa molto grande. Possiamo comunque piantare in vaso i semi oppure muoverci con riproduzione per talea. I semi prima di piantarli devono essere privati del rivestimento esterno. Vanno poi piantati in primavera in un terreno drenante. Cerchiamo un vaso abbastanza alto, con una circonferenza di 60-70 centimetri. Sul fondo va messo un letto di ghiaia, consente il buon deflusso di acqua. Possiamo cogliere le foglie quando hanno raggiunto le dimensioni adeguate.

9. Menta

Quali piante aromatiche officinali coltivare in vaso sul terrazzo e balcone: Menta

La Menta è una pianta che cresce in Europa, Asia e Africa in modo massiccio. Vive bene sia esposta in modo diretto al sole, sia nelle zone di mezza ombra. Può resistere bene anche alle alte temperature.

Coltivare la menta in vaso

Altra pianta aromatica facile da coltivare in casa. Possiamo metterla in una zona di mezza ombra in un terreno ben umido. La moltiplicazione avviene per talea o anche per la divisione in cespi. Deve essere fatta a fine settembre. Nel giro di poco tempo è possibile raccogliere le sue foglie aromatiche. Possiamo anche coltivarla in un punto di scarsa umidità ma non riuscirà a svilupparsi bene, tuttavia vi sarà un guadagno in ricchezza di oli essenziali. La raccolta può essere fatta a completa fioritura. Per lasciarla essiccare va bene un luogo fresco e arieggiato.

10. Peperoncino piccante

Piante aromatiche da coltivare in casa: Peperoncino in vaso

Il peperoncino piccante è un arbusto annuale. Raggiunge i 40 – 80 centimetri in base all’altezza. E’ arrivato in Italia con le conquiste spagnole. E’ facilmente attaccabile da insetti e funghi.

Coltivare il peperoncino in vaso

Possiamo coltivarlo da marzo con il terriccio per le piante orticole. Va innaffiato regolarmente e in modo frequente. Scegliendo il concime granulare a lenta cessione possiamo evitare di concimarlo spesso.

Quali piante aromatiche coltivate in casa?

© Copyright Benesseregreen.com, tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here