Febbre: sintomi, cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli per la prevenzione

La febbre è un aumento della temperatura corporea al di sopra del valore normale di circa 36,8 gradi. In questo articolo puoi trovare le cause, i sintomi, l'alimentazione consigliata e i migliori rimedi naturali contro la febbre.

0
157
Febbre: sintomi, cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli per la prevenzione. Scopri qual è la temperatura corporea normale, le cause della febbre, i sintomi, quando diventa pericolosa, cosa fare, cosa mangiare, i cibi da evitare con la febbre e i più efficaci rimedi naturali per abbassare la febbre in modo naturale.

La febbre è l’aumento della temperatura corporea. Una reazione naturale del corpo quando è in corso un’infezione o una malattia. Ci sono comunque alcuni fattori che provocano l’aumento della temperatura e non si parla quindi di febbre, ma di un innalzamento fisiologico dovuto a: grandi abbuffate, emozioni molto forti, attività fisica intensa, ciclo mestruale, alcuni farmaci, umidità dell’ambiente, indossare vestiti molto pesanti etc.

La febbre viene misurata con i termometri elettronici. Fino a poco tempo fa si usavano quelli a mercurio ma ormai sono vietati per tossicità della sostanza se il termometro si rompe. C’è comunque chi ancora lo possiede. Al di la del termometro usato, la febbre non va misurata: prima di un’ora da quando si è svolto esercizio fisico o si è fatto un bagno caldo; prima di 30 minuti dopo aver mangiato, fumato o bevuto.

Comunemente misurata sotto l’ascella, la febbre può essere misurata anche sotto la lingua, tenendo la bocca chiusa. Per i bambini piccoli la metodologia più comune è quella rettale. Ci sono anche i termometri da orecchio e da fronte ma i primi alcune volte non hanno dato risultati poco attendibili.

Il valore normale della temperatura corporea è di circa 36,8 gradi Celsius, quando la temperatura supera i 37°C in condizioni basali è considerata febbre.

Sintomi della febbre

Il sintomo della febbre è chiaramente l’aumento della temperatura. In base alla causa scatenante comunque potrebbero manifestarsi anche altri sintomi come per esempio una sudorazione copiosa, brividi di freddo, mal di testa, poco o punto appetito, dolori muscolari diffusi, senso di debolezza generale e in alcuni casi anche disidratazione.

La febbre può raggiungere livelli piuttosto elevati e in questo caso possono manifestarsi anche altri sintomi come la comparsa di allucinazioni audio-visive, confusione, convulsioni e irritabilità.

I sintomi della febbre difficilmente portano a serie conseguenze. Possono arrivare quando la temperatura supera i 41° ma difficilmente accade visto che, anche se non trattata, la febbre da infezione difficilmente supera i 40°.

Nei bambini invece possono manifestarsi le convulsioni febbrili con maggior frequenza, si parla di circa 1 bambino su 25, specialmente quelli con età compresa tra i 6 mesi e i 5 anni.

Cause della febbre

Specifichiamo che di per se la febbre non è una malattia. Anzi. Si tratta di un meccanismo di difesa molto importante che il nostro corpo mette in atto quando c’è un’infezione in circolo. L’obiettivo della febbre è quello di attivare quando necessario il sistema immunitario, rendere difficile la proliferazione sia virale che batterica e dare un segno di allarme, importante per rendere noto lo stato di malessere.

Quando nel corpo c’è in circolo un’infezione quindi, la febbre potenzialmente potrebbe sempre manifestarsi. Tra le cause più comuni di febbre troviamo le infezioni delle vie respiratorie come il raffreddore, il mal di gola, la mononucleosi, la sinusite, la bronchite, la polmonite. Anche le otiti, le malattie come la scarlattina, la gastroenterite, le infezioni del tratto urinario, l’appendicite, la meningite, le infezioni della pelle possono provocare febbre.

Le cause della febbre come potete immaginare sono tantissime. Possiamo infatti allungare questo elenco ricordando che ci sono farmaci come gli antibiotici e gli antistaminici che possono aumentare la temperatura corporea, così come i vaccini infantili, alcune malattie reumatiche come l’artrite e anche alcune forme tumorali (nonostante si tratti di situazioni più rare).

Rimedi naturali per la febbre

Si può abbassare la febbre in modo naturale? Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi al medico perché vanno individuate le cause scatenanti della febbre prima di tutto, in modo da combattere il problema alla radice. A puro scopo informativo, vediamo quali sono i rimedi naturali che aiutano ad abbassare la febbre!

1. Achillea Millefoglie: rimedio noto dai tempi antichi per abbassare la temperatura corporea. Famosa anche per le proprietà digestive, aiuta ad allontanare batteri e parassiti.

2. Spugnature: sono eccellenti per la febbre. Le spugnature aiutano ad abbassare la febbre. Vanno messi panni bagnati in acqua fredda (ma non gelata) sulla fronte, i polsi e le caviglie.

3. Salvia: la salvia aiuta a regolare la temperatura corporea. Vanno messi a bollire in un bicchiere d’acqua circa 25 grammi di salvia fresca. Potete aggiungere anche 3 cucchiai di succo di limone.

4. Acqua e aceto sui piedi: sono sempre spugnature, solo che invece della sola acqua, questa volta ci vuole in parti uguali anche l’aceto. Volendo potete immergere anche i calzini in questo preparato, da indossare per 10 minuti.

5. Cipolla: un rimedio della nonna che arriva dalle tradizioni del passato. Va tagliata una cipolla a fettine, metterle a terra e schiacciare con i piedi nudi per 30 secondi. Oppure, mettere le fettine di cipolla nelle calze.

6. Abiti leggeri: occorrono abiti leggeri e traspiranti durante la febbre, per evitare di aumentare ulteriormente la temperatura corporea. Va evitato di accumulare calore.

7. Patate: nota per le sue proprietà antinfiammatorie, aiuta a ridurre la febbre. Vanno messe due o tre fette sulla fronte per 10 o 15 minuti.

8. Aspirina vegetale: definita così una tisana a base di viola mammola, sambuco, menta e tiglio.

9. Impacco di argilla: potete fare un impacco tiepido di argilla verde ventilata sull’addome e lasciarlo in posizione per circa 30 minuti. Può essere fatto 2 o 3 volte al giorno.

10. Liquidi: bere molti liquidi è importante per abbassare la febbre ma soprattutto, per evitare la disidratazione. Potete bere acqua chiaramente, ma anche succhi di frutta (preferibilmente naturali) tisane, brodi…

11. Echinacea: rafforza il sistema immunitario, aiuta perciò ad arginare le infezioni e le infiammazioni. Allevia quindi la febbre. Potete usare in questo caso la tintura madre di echinacea e il gemmoderivato.

12. Orzo con scorza di limone: un buon rimedio naturale per reintegrare liquidi dopo aver sudato molto a causa della febbre. In un litro di acqua messa a bollire vanno aggiunti 2 cucchiai d’orzo e la scorza di un limone intero. Va lasciato il tutto a riposare per 12 ore e va consumato poi nell’arco della giornata.

13. Decotto di rosmarino: mettete un bicchiere d’acqua a bollire, quando raggiunge i 100 gradi metteteci un rametto di rosmarino per 10 minuti circa. Filtratelo e dolcificatelo. Potete berne un paio di tazze al giorno. Non va bene se soffrite di pressione alta.

14. Vitamina C: come ben sapete la vitamina C è un’alleata del sistema immunitario. Viene largamente consigliata in caso di febbre, raffreddore e influenza. Si può assumere mangiando alimenti che ne sono ricchi (kiwi, agrumi, ananas, spinaci, cavoli, cavolfiori, broccoletti, etc. ) oppure assumendo integratori di vitamina C.

Febbre: cosa mangiare?

Ecco l’alimentazione consigliata in caso di febbre. Il primo consiglio è quello di bere molta acqua perché quando avete la febbre sudate molto. Per evitare la disidratazione quindi, dovete bere acqua a volontà, succhi di frutta fatti in casa, tisane, infusi, bevande vegetali… dovete bere poco ma spesso. Sempre a piccoli sorsi. In particolar modo ricordatevi di bere piano se la febbre è accompagnata dalla nausea e dalla diarrea.

Quando si ha la febbre di solito non si ha molta fame. Il motivo è presto detto. Il corpo è concentrato completamente a guarire, a sconfiggere il problema. Quando vi è un miglioramento ecco che inizia a tornare l’appetito. Perciò non dovete sforzarvi di mangiare come quando siete in salute. E’ bene non appesantirsi troppo ma mangiare prodotti naturali e semplici, evitando per esempio le fritture. Quando avete la febbre dovete mangiare:

  • Verdure, in particolar modo pomodori e zucchine che sono carnose. Ma anche le patate, la zucca, le carote, la cipolla e l’aglio. Quest’ultime due sono note per le loro sostanze antibiotiche, preziose alleate in caso di febbre.
  • Frutta, va bene in qualsiasi forma. Mangiate frutta intera, frullata, in gelatina, sottoforma di centrifugato etc.

Quando avete la febbre dovete assumere tante vitamine. Perciò fate una scorpacciata di:

1. Betacarotene

  • Piselli
  • Peperoni
  • Melone
  • Albicocche
  • Carote
  • Frutti di bosco
  • Cavolo
  • Nespole
  • Spinaci
  • Fagioli

2. Vitamina E

  • Germe di grano
  • Spinaci
  • Crescione
  • Asparagi
  • Ceci
  • Broccoli
  • Pomodori
  • Basilico
  • Semi oleosi: noci, pinoli, nocciole, semi di girasole, semi di sesamo, semi di zucca, anacardi, arachidi, pistacchi.

3. Vitamina C

  • Broccoli
  • Tutti i tipi di agrumi
  • Kiwi
  • Spinaci

4. Vitamina A

  • Zucca
  • Prezzemolo
  • Papaia
  • Broccoli
  • Mango

Cibi da evitare con la febbre

Durante la febbre invece vanno evitati gli alimenti con tanti zuccheri. Chiaramente dovreste evitare lo zucchero bianco. Anche latte e latticini andrebbero evitati. La carne in piccole dosi, andrebbero evitati salumi, insaccati e cibi preconfezionati durante la febbre.

Come prevenire la febbre

Potete adottare alcuni semplici accorgimenti per prevenire la febbre e in particolar modo l’influenza stagionale.

Il primo consiglio è quello di controllare che in casa non ci siano spifferi, perciò occhio a porte e finestre. Regolate anche il riscaldamento domestico. Per non far diventare secca l’aria, le temperature devono essere tra i 19 e i 22 gradi. Usate anche gli appositi umidificatori sui termosifoni per evirare che l’aria diventi secca.

Evitate di uscire nelle ore più fredde della giornata, in particolare mattina e sera. Consiglio valido soprattutto per bambini, malati cronici, anziati. Vestitevi in modo adeguato, indossando guanti, sciarpa e copricapo.

Nei mesi invernali per prevenire malanni e febbre dovete mangiare cibi calorici in quantità maggiori rispetto all’estate. Si alle bevande calde come tè, tisane e minestroni.

© Copyright Benesseregreen.com, tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here