Curcuma: proprietà e benefici, usi, controindicazioni

La curcuma è una spezia con proprietà antiossidanti, depurative e antitumorali. In questo articolo puoi scoprire le proprietà della curcuma, ma anche i benefici per la salute, le controindicazioni e come usarla in cucina o per la bellezza.

0
228
Curcuma: proprietà, benefici, usi e controindicazioni. Scopri le proprietà della curcuma, tutti i benefici per la salute scientificamente provati, come usare la curcuma in cucina, in cosmetica o per preparare rimedi naturali, le controindicazioni e gli effetti collaterali se assunta in dosi eccessive.

La curcuma è una spezia orientale ormai nota anche in Italia per le sue molte proprietà benefiche. Nota per la sua azione antinfiammatoria e antiossidante, ci regala tanti benefici per la salute. Vediamo nel corso di questo articolo, oltre alle curiosità e le caratteristiche generali, le proprietà della curcuma, ma anche gli usi e le controindicazioni.

Non è difficile riconoscere la curcuma, una spezia dal caratteristico profumo che ci regala inebrianti piatti esotici da gustare. Viene usata da migliaia di anni nella ormai nota medicina ayurvedica, la medicina tradizionale indiana che da sempre utilizza spezie e piante per ristabilire la corretta salute nell’individuo.

Caratteristiche della curcuma

La curcuma appartiene alla stessa famiglia del cardamomo e dello zenzero, quella delle Zingiberaceae. E’ una pianta spontanea e perenne e arriva anche a misurare un metro. Caratteristici i suoi fiori gialli molto grandi, le foglie larghe e la radice che poi viene impiegata, arancione e ramificata.

Secondo alcune fonti la curcuma, conosciuta anche come zafferano d’India, arriva dalla Cina. In Asia (sia in India e Malesia) cresce spontanea. In India addirittura è considerato un portafortuna e le spose nel giorno delle nozze ne portano un piccolo pezzetto al collo.

Per la preparazione della spezia viene usata la curcuma longa o domestica ma sono più di ottanta le tipologie. Viene impiegata anche per la realizzazione del curry.

Curcuma: proprietà e benefici

Come si può notare dai valori nutrizionali per ogni 100 grammi di prodotto, sono tante le sostanze ottime per il nostro organismo. La curcuma contiene: 345 calorie, 10 grammi di grassi, 3,1 grammi di acidi grassi saturi, 2,2 grammi di acidi grassi polinsaturi, 1,7 grammi di acidi grassi monoinsaturi, 0 grammi di colesterolo, 38 mg di sodio, 2,525 mg di potassio, 65 grammi di carboidrati, 21 grammi di fibra alimentare, 3,2 grammi di zucchero, 8 grammi di proteina, 25,9 mg di vitamina C, 183 mg di calcio, 41,4 mg di ferro, 193 mg di magnesio, 1,8 mg di vitamina B6.

Adesso invece, vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà della curcuma, perché è così importante inserirla nell’alimentazione!

1. Disintossicante

Nota in India e in Cina proprio per le sue proprietà disintossicanti. Interviene soprattutto sul fegato. Tali idee arrivano si dalla medicina tradizionale dei popoli sopracitati, ma allo stesso tempo la medicina ufficiale le ha confermate grazie a numerosi studi.

2. Antitumorale

Non è il caso di ritenerla un’erba miracolosa, ma in ogni caso alcuni studi hanno confermato che la curcumina, sostanza presente nella curcuma, aiuta a contrastare alcuni tumori. In particolare quello alla bocca, ai polmoni, al colon, alla pelle, il fegato, ai reni, alle mammelle e anche la leucemia. Uno studio ulteriore parlerebbe di un’azione protettiva sul tumore alla prostata. Qualcuno poi ipotizza che aiuti a prevenire anche la leucemia nei bambini.

3. Fibrosi cistica

Una malattia poco diffusa è vero, ma è grave e attacca polmoni e pancreas. Secondo degli studi la curcuma può aiutare a prevenirla.

4. Azione antiossidante

La curcumina ha proprietà antiossidanti, vale a dire che può trasformare i radicali liberi in sostanze non dannose per il corpo. I radicali liberi sono co-responsabili di molte malattie degenerative oltre che dell’invecchiamento cellulare prematuro. Un buon alleato perciò anche per chi soffre di artrite reumatoide, visto che i radicali liberi sono i responsabili dell’infiammazione.

5. Antinfiammatoria

La curcuma svolge anche un’azione antinfiammatoria. Secondo alcuni studi ha un’effetto simile a tanti farmaci antinfiammatori. Benefica per esempio per chi soffre di artrite. La curcuma poi non ha effetti collaterali.

6. Benefici per la pelle

La curcuma non viene solo mangiata, come vedremo dopo nel paragrafo degli usi, ma viene utilizzata anche sulla pelle. Possiede doti cicatrizzanti, aiuta quindi a far rimarginare prima le ferite, utile contro le punture d’insetti e le scottature. Mangiandola invece si previene la formazione dei batteri che fanno comparire i brufoli. Riduce anche la secrezione sebacea che rende la pelle grassa. Aiuta anche a rallentare i segni dell’invecchiamento, come le macchie e le rughe.

7. Benefici sulla mente

Assumere la curcuma sembra (secondo alcuni studi) che possa in qualche misura, sempre se accompagnata da alimentazione corretta, attività fisica e stile di vita sano, prevenire la comparsa di malattie come il morbo di Alzheimer ma anche la depressione. La spezia sembra che migliora anche la memoria e l’intelligenza.

8. Problemi gastrointestinali

La curcuma viene usata in India contro la sindrome dell’intestino irritabile, i crampi addominali e la diarrea. Assumerla riduce il rischio di ulcera. Viene consigliata alcune volte anche a chi soffre della malattia di Crohn.

9. Malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari nel mondo rappresentano la principale causa di morte. Secondo alcuni studi, la curcuma ha lo scopo di migliorare la funzione dell’endotelio, il rivestimento dei vasi sanguigni. E’ ben noto che la disfunzione endoteliale è una delle principali cause di malattie cardiovascolari e comporta l’incapacità dell’endotelio di regolare la pressione arteriosa e la coagulazione del sangue.

10. La curcuma aiuta ad abbassare il colesterolo

La curcuma sembra possa prevenire l’ossidazione del colesterolo il quale quando si ossida si va a depositare nei vasi sanguigni. I rischi per la salute sono gravi perché il colesterolo alto può scatenare attacchi di cuore e ictus.

11. Perdita di peso

Questa spezia velocizza il metabolismo e di conseguenza aiuta a perdere peso prima. Riduce la massa grassa e aiuta a disintossicare il fegato.

12. La curcuma è utile contro la depressione

Tante eccellenti proprietà terapeutiche, tra cui quella di equilibrare il corpo a livello ormonale. Secondo alcuni studi sui pazienti con depressione, ha effetti simili a quelli del Prozac.

Ricapitolando, le principali proprietà della curcuma perciò sono:

  • azione antinfiammatoria,
  • aumenta la produzione di bile,
  • depura il corpo,
  • è antiossidante,
  • anti tumorale,
  • cicatrizzante,
  • digestiva,
  • stabilizza la glicemia,
  • è neuroprotettivo,
  • immunostimolante,
  • antibatterico,
  • seboregolatore,
  • lenitivo,
  • protegge il cuore,
  • è antispastico.

Usi della curcuma

La curcuma si trova in commercio in polvere o essiccata, ma anche fresca. La versione essiccata si ottiene facendo bollire i rizomi per tante ore, per essiccarli e schiacciarli così da ottenere la polvere. Però consumando la radice di curcuma fresca si possono sfruttare meglio le proprietà benefiche.

La curcuma viene usato molto nel settore alimentare come colorante, il colore è l’E 100. Abbiamo visto però che possiede diverse proprietà. Può essere usata ogni giorno, circa 2 cucchiaini da caffè al giorno. Vediamo adesso nello specifico quali sono gli usi in cucina e gli usi in cosmetica.

Usi in cucina della curcuma

Come accade per ogni spezia è bene non esagerare. Due cucchiaini da caffè al giorno sono più che sufficienti. Va assunta con il pepe nero è il tè verde per migliorare il suo assorbimento, oppure con l’olio d’oliva o il burro.

La curcuma è perfetta nei piatti salati, come le zuppe, ma anche i secondi piatti. Alcune volte però può essere usato anche in creme e budini per dar colore al prodotto.

In cucina può impreziosire molte ricette ma oggi, vogliamo spiegarvi come preparare alcuni prodotti con la curcuma!

  • Olio alla curcuma: tutto ciò che vi serve sono 5 cucchiaini in polvere di curcuma per 100 cc di olio extravergine di oliva. Mischiateli insieme in una bottiglia di vetro scuro. Lasciate insieme per 7 giorni e dopo filtrate. Potete usarlo per condire le vostre pietanze. Un piccolo trucco? Lo stesso olio lo potete usare anche per i massaggi, è perciò utile contro la cellulite, le dermatiti e i dolori articolari.
  • Bevanda ayurvedica: la bevanda ayurvedica è nota anche con il nome di golden milk. Provatela perché vi piacerà! E’ davvero semplice da preparare e ha azioni digestive e antinfiammatorie. Mescolate la curcuma con il latte (meglio se vegetale), l’acqua, il miele.
  • Tisana alla curcuma: la tisana alla curcuma potete prepararla sia con la radice fresca, sia con la polvere di curcuma. Nel primo caso lasciate bollire 5 grammi di radice in acqua per circa 4 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate riposare la bevanda per circa 10 minuti, avendo cura di non togliere il coperto. Filtrate, aggiungete un pizzico di pepe nero e dolcificate con un po’ di miele. Con la curcuma in polvere invece, mettetene due cucchiaini in acqua bollente, aggiungete un po’ di succo di limone, un pizzico di pepe nero e anche un cucchiaino di miele, vi aiuta contro il raffreddore.
  • Centrifugato a base di curcuma: per preparare questo centrifugato avete bisogno di 1 mela, 1 arancia, 5 grammi di zenzero, 2 carote, 15 grammi di curcuma fresca in radice. Mettete tutto nel centrifugato ed estraete il succo. Tutto tranne l’arancia che ne dovete spremere il succo a parte. Alla fine aggiungete un pizzico di pepe nero. Questo centrifugato è energetico.
  • Frullato detox con la curcuma: vi occorrono 100 ml di acqua, 1 mazzo di lattuga romana, 5 grammi di curcuma in polvere, 2 carote, la scorza di un limone. Mettete tutto nel frullatore fino a quando non ottenete un frullato omogeneo.

Usi in cosmetica della curcuma

Abbiamo già visto nel paragrafo precedente che l’olio alla curcuma può essere utilizzato anche sul corpo contro i dolori muscolari, articolari e le contratture. Il suo uso in campo cosmetico è meno noto ma potete comunque sfruttarlo per una bella maschera per il viso contro i brufoli e i punti neri. Prendete 2 cucchiai di yogurt e uniteci 2 cucchiai di curcuma e 1 di farina di riso. Metteteci anche un cucchiaio di miele. Applicatela sul viso con un pennello e lasciatela agire per 20 minuti.

Con la curcuma potete realizzare anche una maschera viso antirughe. Vi servono 2 cucchiai di farina di riso, 1 cucchiaino di curcuma, olio di mandorle e 4 cucchiai di panna. Applicate la maschera sul viso e lasciatela agire per 20 minuti.

Abbinamenti e conservazione

La curcuma va abbinata a un grasso o il pepe per assorbirla meglio. Altrimenti, potete abbinarla anche ai cavoli e i broccoli.

La curcuma secca deve essere conservata nei barattoli di vetro e scuri, sigillati ermeticamente e lontani dalla luce del sole. Quella fresca invece va messa in frigorifero, avvolta in un tovagliolo e messa in un sacchetto di carta. Resiste così per alcune settimane. Il nostro consiglio comunque è di comprarla in piccole quantità visto che secca velocemente.

Curcuma: controindicazioni ed effetti collaterali

La curcuma è una di quelle spezie che non ha grandi effetti collaterali o controindicazioni. Tuttavia non va assunta in dosi eccessive altrimenti può causare nausea e acidità gastrica.

Non va usata se si è allergici a uno dei principi attivi.

L’uso eccessivo può causare ulcere, dissenteria, nausea, calcoli e anche meteorismo.

Non va usato da chi soffre di calcoli o problemi del sangue.

Sconsigliato anche alle donne in gravidanza.

© Copyright Benesseregreen.com, tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here