Tisane contro la cistite: ricette di infusi per combattere l’infiammazione della vescica urinaria

Per combattere la cistite in modo naturale in aiuto ci vengono anche le tisane. In questo articolo potete scoprire quali erbe utilizzare e quali tisane contro la cistite fatte in casa sono più efficaci.

0
275
Tisane contro la cistite: ricette di infusi per combattere l'infiammazione della vescica urinaria. Scopri quali erbe utilizzare per preparare una buona tisana contro la cistite fatta in casa e le più efficaci ricette fai da te per preparare le tisane per la cistite fai da te utili per combattere in modo naturale l'infiammazione della vescica urinaria.

Oggi parliamo di tisane contro la cistite, un rimedio naturale per combattere l’infiammazione della vescica urinaria. Questo disturbo è spesso considerato tipicamente femminile ma che in realtà, seppur in misura minore, interessa anche gli uomini. Esistono varie erbe per preparare le tisane per la cistite che aiutano a ridurre i sintomi di questa infezione delle vie urinarie ma, vi ricordiamo, che la cistite alcune volte non guarisce da sola e l’unico modo per evitare che l’infezione peggiori è quella di andare dal medico e farsi dare gli appositi farmaci.

Cos’è la cistite e perché deve essere curata

La cistite è un’infezione catalogata come “benigna” delle basse vie urinarie davvero molto fastidiosa. I sintomi non passano inosservati anche se bisogna dire, capita che delle volte è silenziosa. Motivo per cui alle donne in gravidanza il medico richiede frequenti analisi delle urine.

Il motivo per cui la cistite colpisce più le donne degli uomini è da rintracciare nella conformazione fisica. L’apparato urinario di una donna è prima di tutto più corto rispetto a quello maschile e inoltre, è più vicino all’ano. Molto spesso infatti la cistite viene scatenata da una sbagliata igiene personale o durante la pulizia in seguito all’evacuazione di feci o urine. Pulendosi da “dietro in avanti” i batteri che normalmente vivono nell’ano vengono portati verso la vagina, provocando l’infezione.

Ciò non significa che gli uomini sono salvi da questo tipo di problema. Solamente sono meno predisposti a soffrirne.

Ma da cosa è scatenata la cistite? Nella maggior parte dei casi è scatenata dal batterio Escherichia coli, ma possono essere altri i batteri responsabili. Altre volte invece, la causa è da ricondurre a virus e funghi ma i casi sono inferiori.

Ci sono vari fattori di rischio comune. Prima di tutto la cistite può essere causata dal bere poca acqua, ma anche dall’uso di alcune terapie antibiotiche, da un’alimentazione scorretta, dall’uso di detergenti sbagliato, dalla scarsa igiene intima e da frequenti rapporti sessuali. In alcuni casi poi, può essere collegata anche alla stitichezza.

La cistite è facile da riconoscere per una serie di motivi. Prima di tutto si ha la sensazione che la vescica è sempre piena. Ciò comporta uno stimolo fin troppo frequente di urinare, anche ogni 10 minuti. Nonostante questo durante la minzione escono solo poche gocce ma procurano un grandissimo bruciore intimo e l’urina può essere maleodorante. In alcuni casi possono esserci anche tracce di sangue. In ogni caso se sospettate di avere una cistite dovete andare subito dal medico, in modo che vi prescriva l’urinocultura e magari i farmaci adatti per contrastare l’infezione. Se compare anche la febbre, dovete andare il prima possibile!

Per prevenire la cistite ricordatevi di bere due litri d’acqua al giorno, nei quali sono comprese anche le tisane. Se l’avete, perdete subito l’abitudine di trattenere l’urina e non pulitevi mai da davanti a dietro per evitare una diffusione batterica dall’ano alla vagina. Cercate anche di non mangiare cibi che irritano l’intestino se soffrite di cistite frequente. Indossate principalmente la biancheria intima realizzata il cotone o comunque con fibre naturali e non usate detergenti intimi aggressivi.

La cistite in una donna non incinta e che si presenta in modo sporadico, di solito non desta particolare preoccupazione. E’ bene comunque andare dal medico per chiedere il suo parere e assumere eventualmente la terapia antibiotica. Quando è leggera, di solito basta bere molta acqua. Alcune volte però può portare a complicanze.

Ecco perché non va trascurata la cistite accompagnata da nausea, vomito, febbre o dolori lombari. Potrebbe infatti trattarsi di un’infiammazione renale. I germi infatti possono risalire e arrivare ai reni o la vescica. Molto più delicata è la questione in gravidanza ed è necessario intervenire tempestivamente.

Qui di seguito le erbe usate per trattare la cistite in modo naturale con le tisane. Ricordatevi di evitare il fai-da-te e di parlare sempre con il medico. Di comprare le erbe in erboristeria e di coglierle solo se siete certe di conoscere la pianta e la cogliete da un terreno buono.

Erbe per preparare le tisane contro la cistite

1. Malva: nota per le sue proprietà calmanti e disinfettanti, potete utilizzarla per realizzare ottime tisane per la cistite. Alcune volte possono portare un sollievo immediato in caso di cistite lieve.

2. Foglie di uva ursina: viene impiegata spesso per realizzare rimedi naturali contro le infezioni alle vie urinarie.

3. Corbezzolo: analogamente alla malva e le foglie di uva ursina, le foglie di corbezzolo vantano proprietà antibatteriche, disinfettanti e un ottima azione antimicrobica generale, utile per le infezioni alle basse vie urinarie, quindi una pianta da usare per preprare le nostre tisane contro la cistite.

4. Erica: famosa per le proprietà diuretiche e lenitive, può essere di grande aiuto per chi soffre di cistite!

5. Calendula: ha proprietà antimicrobiche, può essere accostata alla malva così da potenziare i suoi effetti lenitivi e calmanti.

6. Echinacea: rafforza le difese immunitarie ma insieme a alla malva può rivelarsi un ottimo rimedio naturale per la cistite!

7. Ortica: questa pianta, analogamente alla malva, aiuta a ridurre subito i sintomi della cistite lieve. Chi soffre spesso di questo disturbo, usa le tisane all’ortica anche per prevenire il problema!

8. Pilosella: ottima pianta officinale con proprietà diuretiche, antinfiammatorie e lenitive.

9. Tarassaco: grazie alle sue proprietà diuretiche, il tarassaco è un ottimo ingrediente da usare per preparare le tisane contro la cistite.

10. Betulla: le foglie di betulla hanno proprietà diuretiche e depurative, quindi sono un valido alleato per combattere la cistite.

Tisane per la cistite: ricette fai da te

Vediamo alcune ricette semplici per preparare una buona tisana contro la cistite.

1. Tisana contro la cistite alla malva

La tisana alla malva è forse uno dei rimedi naturali più noti quando si parla di cistite. Anche perché è semplicissima da coltivare in vaso! Vi occorrono circa 7 grammi di fiori e foglie di malva fresche per ogni 250 ml di acqua. Lasciate bollire le parti della pianta in acqua per una decina di minuti. Dopo filtrate e bevete. Potete in realtà usare anche la malva essiccata, in questo caso lasciate riposare la malva 10 minuti in acqua bollente. Bastano 2 cucchiaini per una tazza. Potete berne due tazze al giorno.

2. Tisana di uva ursina contro la cistite

Per preparare questa tisana contro la cistite vi occorrono le foglie di uva ursina. Ne basta un cucchiaino in una tazza d’acqua. Di solito comunque, deve essere usata insieme ad altri rimedi, come per esempio il succo di mirtillo rosso.

3. Tisana all’erica

La tisana viene usata da tantissimo tempo contro la cistite e le varie infezioni delle vie urinarie. Per ogni tazza d’acqua lasciate bollirci insieme 2 grammi di erica per una decina di minuti. Dopo filtrate, lasciate un po’ freddare e bevetela!

4. Tisana all’ortica per la cistite

Prendete in erboristeria le foglie secche di ortica. Per ogni tisana, due cucchiaini di foglie da lasciare in infusione per 10 minuti. Filtrate e bere dolcificatela se volete con un po’ di miele.

5. Tisana contro la cistite al tarassaco

Procuratevi in erboristeria 35 gr di foglie di uva ursina, 20 gr di radice secca di ononide spinosa, 25 gr di radice secca di tarassaco e 15 gr di foglie di menta piperita. Per preparare questa tisana dovete miscelare gli ingredienti e mettere 40 gr di questa miscela di erbe in 1 litro di acqua bollente. Lasciare in infusione per circa 10-15 minuti e filtrare. Si consiglia di consumare una tazza di tisana 2-3 volte al giorno.

6. Tisana per la cistite alla betulla

Per preparare la tisana servono 45 gr di foglie di uva ursina, 30 gr di foglie di betulla e 25 gr di radici di liquirizia. Miscelare gli ingredienti e mettere 30 grammi di miscela in un litro d’acqua bollente. Coprite con un coperchio e lasciate in infusione per circa 10-15 minuti e poi filtrare. Si consiglia di consumare una tazza di tisana 1-2 volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.

© Copyright Benesseregreen.com, tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here